Skip to main content
European Climate Pact

Cambiamenti climatici

I cambiamenti climatici rappresentano una minaccia urgente per il nostro pianeta, ma tutti noi possiamo contribuire a combatterli e costruire un futuro migliore.

Cosa sono i cambiamenti climatici?

Le attività umane stanno gradualmente influenzando il clima del pianeta Terra attraverso l'immissione di enormi quantità di gas a effetto serra, che vanno a sommarsi a quelli già naturalmente presenti nell'atmosfera.

Questi gas aggiuntivi provengono principalmente dalla combustione di carburanti fossili per la produzione di energia, nonché da altre attività umane quali l'abbattimento delle foreste pluviali, l'allevamento e la produzione di sostanze chimiche. Il biossido di carbonio (CO2) è il gas a effetto serra più comunemente prodotto dalle attività umane.

Questi gas extra amplificano l'"effetto serra" sull'atmosfera del nostro pianeta, aumentando notevolmente il ritmo di crescita della temperatura della terra e determinando importanti cambiamenti climatici.

Vedi anche:

A che punto siamo?

Le attività umane hanno già riscaldato il pianeta di oltre 1°C rispetto al livello delle temperature che avevamo prima dell'epoca industriale.

Secondo gli scienziati del Gruppo intergovernativo di esperti sul cambiamento climatico, un riscaldamento globale di 1.5°C comporterà conseguenze gravi e persino irreversibili per il nostro ecosistema e le nostre società.

Più interferiamo con il clima, maggiori sono i rischi per la nostra società e il nostro ecosistema.

Vedi anche:

Quali sono gli effetti dei cambiamenti climatici?

Gli effetti dei cambiamenti climatici sono avvertiti già in tutto il mondo, e si prevede che diventeranno più frequenti e più intensi nei prossimi decenni.

Se non ci attiviamo per contrastare i cambiamenti climatici, nell'arco della vita dei nostri figli l'UE potrebbe sperimentare:

  • 400 000 morti premature all'anno a causa dell'inquinamento atmosferico
  • 90 000 decessi all'anno a causa delle ondate di caldo
  • 40% in meno di acqua disponibile nelle regioni dell'Europa meridionale
  • 2,2 milioni di persone esposte alle inondazioni costiere ogni anno
  • 190 miliardi di euro di perdite economiche annue

I cambiamenti climatici hanno il potere di trasformare il pianeta, compromettendo i nostri sistemi di approvvigionamento di cibo e acqua, nonché la nostra salute. Sebbene il rischio riguardi tutti, gli impatti colpiscono più duramente i poveri e i più vulnerabili,

Più gravi sono i problemi, più difficile e costoso diventa risolverli. Ecco perché l'opzione migliore per affrontare i cambiamenti climatici è adottare misure tempestive.

Vedi anche:

Cosa fa l'UE per i cambiamenti climatici?

L'UE è da tempo leader mondiale nella lotta contro i cambiamenti climatici.

I nostri sforzi consistono in politiche ambiziose a livello nazionale, unitamente a una stretta cooperazione con partner internazionali.

Siamo già sulla buona strada per raggiungere l'obiettivo di riduzione delle emissioni di gas a effetto serra per il 2020 e abbiamo elaborato un piano per ridurre ulteriormente le emissioni almeno del 55% entro il 2030.

L'Europa punta a diventare il primo continente a impatto zero sul clima entro il 2050. Ciò significa ridurre il più possibile le emissioni e aumentare l'assorbimento di gas a effetto serra dall'atmosfera, in modo da conseguire l'azzeramento delle emissioni nette.

Questo obiettivo fa parte del Green Deal europeo: un ambizioso pacchetto di misure per ridurre a zero le emissioni nette di gas a effetto serra, garantendo al contempo una società equa, sana e prospera per le generazioni future.

Oltre a ridurre le emissioni, dobbiamo adattarci ai cambiamenti di oggi e a quelli futuri. L'UE contribuisce a migliorare la preparazione e la capacità di far fronte agli effetti dei cambiamenti climatici a livello nazionale, regionale e locale.

L'UE collabora con altri paesi e regioni per promuovere l'azione globale per il clima e sostenere gli sforzi dei paesi partner, in particolare di quelli più vulnerabili.

L'UE sta inoltre lavorando per garantire che la ripresa dalla pandemia di coronavirus vada di pari passo con la transizione verso un'Europa più verde, più digitale e più resiliente.

Vedi anche:

Quali sono gli effetti dei cambiamenti climatici?

La transizione verso una società climaticamente neutra rappresenta sia una sfida urgente che un'opportunità per costruire un futuro migliore per tutti.

Impegnandosi nella lotta per il clima e per l'ambiente, ognuno di noi può contribuire a preservare e proteggere il pianeta per noi e per le generazioni future.

Alcuni dei benefici per la società sono:

  • nuovi posti di lavoro "verdi"
  • maggiore competitività
  • crescita economica
  • aria più pulita e sistemi di trasporto pubblico più efficienti nelle città
  • nuove tecnologie come veicoli elettrici o ibridi ricaricabili, abitazioni ed edifici efficienti sul piano energetico dotati di sistemi intelligenti di riscaldamento e refrigerazione
  • approvvigionamenti sicuri di energia e altre risorse – minore dipendenza dell'Europa dalle importazioni

Gli studi dimostrano che la transizione verso una società verde e digitale è fattibile e accessibile. Le conseguenze dei cambiamenti climatici sull'economia e la società costano molto più care della loro prevenzione.

Cosa posso fare?

Tutte le componenti della società e tutti i settori economici avranno un ruolo da svolgere: dal settore energetico all'industria, ai trasporti, all'edilizia, all'agricoltura e silvicoltura. Molte delle conoscenze necessarie esistono già, così come molte soluzioni comprovate.

Anche le nostre scelte quotidiane contano. In molti casi questi cambiamenti miglioreranno il modo in cui viviamo, ci spostiamo, raffreschiamo o riscaldiamo le nostre abitazioni, produciamo e consumiamo.

Tutti possiamo dare un nostro contributo e anche la minima azione conta.